• 28
  • Lug

(Matt) Cosa c’è di più inutile di un disco live degli Squirtgun? Credo niente, a parte forse il palinsesto Mediaset.
Dopo una pausa riflessiva, un cambio di batterista e un album passato totalmente e giustamente inosservato, gli Squirtgun fanno il primo concerto dopo 4 anni di silenzio live. La formazione è quella classica con Mass, Flav, Matt e Lumley. L’occasione è invece una raccolta di beneficenza a favore delle vittime di abusi di violenza domestica.
A conti fatti l’unico disco degno di nota del gruppo di Lafayette è il primo, e, a riscoltarlo per bene, non è nemmeno tutto ‘sto gran che… Li ho sempre considerati dei cuginetti sfigati degli Screeching Weasel con la mania dei testi sconclusionati.
Il live è ben suonato e prodotto, e loro sono praticamente come su disco, solo leggermente più veloci. Se state leggendo questa recensione significa che con tutta probabilità sarete andati a vederli in una delle date italiane che hanno fatto da poco, per cui questo live potete saltarlo a pie’ pari.

Lasciate perdere e riguardatevi Mallrats.

» Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.