• 15
  • Lug

(Vom) E’ inutile! In Scandinavia evidentemente pasteggiano a birra e rocce. Non si spiega altrimenti l’alto tasso di hard-rocciosità di quelle popolazioni nordiche. Uno se le immagina dedite a pratiche arcaiche come l’essicazione della carne di renna ed invece questi sfornano ciclicamente dischi che scaldano più una tarantella d’agosto. “One Mile” dei Boozed è in un buona parte un esempio lampante, visto che dà rifugio a chitarre ed armonie che vengono da lontano nel tempo e nello spazio. Gli onnipresenti Hellacopters è impossibile non citarli, soprattutto per la presenza di Nicke in “Chorus”, ma è evidente che i sussidiari di questi Boozed sono pieni di storielle che parlano di Sonic’s Rendezvous Band e Motown records. L’ingrediente segreto in queste tracce è proprio un soul spiccato, che evita che i nostri ci appaiano gli ennesimi hard-punkers che corrono corrono senza meta. In “One Mile” c’è tempo per sfrecciare su statali assolate ma anche per concedersi un po’ di quiete in qualche piazzola di sosta, all’ombra di un brano come “Easy”. E’ proprio così. Easy. 12 tracce (14 nella versione italiana) di semplice rock che riappacifica con i ritmi sexy del rock’n’roll. No more, no less.

Contatti:

http://www.myspace.com/boozed

http://www.myspace.com/chorusofonerecords

» Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.